5 per mille a Reti Medievali


RM_Cover

Reti Medievali esiste da quasi vent’anni e possiamo dire che ha ormai una buona fama, come rivista, come editore e nell’insieme delle sue sezioni. Abbiamo mantenuto le nostre caratteristiche originarie, prima fra tutte l’accesso aperto, ma abbiamo anche allargato l’attenzione a tutte le tematiche della civiltà medievale e alle collaborazioni internazionali. Il nostro lavoro è sempre stato ed è ancora oggi basato sull’impegno volontario di alcuni redattori, ma siamo certi di avere un’area di amici e simpatizzanti piuttosto ampia, a cui rivolgiamo un appello.
Il cinque per mille è la nostra unica entrata regolare. Nella dichiarazione dei redditi compilata nel 2015 (l’ultima di cui abbiamo i dati) hanno firmato per Reti Medievali 48 contribuenti, con un ricavato totale di 2832,20 euro, compresa la redistribuzione delle scelte generiche. Siamo molto grati a coloro che hanno scelto di sostenerci, ma il finanziamento ottenuto è inadeguato a coprire le spese vive che dobbiamo affrontare annualmente. Ti chiediamo di darci una mano per guardare con maggiore serenità al futuro, non solo destinando a Reti Medievali il tuo cinque per mille, ma anche convincendo almeno un altro contribuente a fare lo stesso. Il numero di codice fiscale da indicare nella dichiarazione dei redditi (casella “Finanziamento della ricerca scientifica e della università”) è 93147520238.




Articolo tratto da: Reti Medievali. Iniziative online per gli studi medievistici - http://www.rm.unina.it/
URL di riferimento: http://www.rm.unina.it/index.php?mod=none_News&action=viewnews&news=top_1490378444