Home.

Redazione

spaceleft Mappa Biblioteca Calendario Didattica E-Book Memoria Repertorio Rivista spaceright
INDICE

 

Stefano Gasparri

Dipartimento di Studi Storici
Universitą "Ca' Foscari" di Venezia
Palazzo Gritti
S. Marco 2546
30124 Venezia
Tel. **/39/041/2349811
Fax **/39/041/5222517
E-mail: gasparri@unive.it
URL: http://www.unive.it/~dst/HomePage.html

Stefano Gasparri (Roma, 1949) si è laureato all'Università di Roma "La Sapienza"(relatore Girolamo Arnaldi), dove è stato prima assistente incaricato e poi ricercatore. In seguito ha insegnato Istituzioni Medievali all'Università di Venezia e di Genova. Attualmente è professore ordinario di Storia Medievale e Storia dell’Alto Medioevo presso la Facoltà di Lettere e Filosofia dell'Università di Venezia. E’ stato Preside della Facoltà di Lettere e Filosofia (1997-2003) ed è attualmente Direttore del Dipartimento di Studi Storici, sempre dell'Università di Venezia. E’ anche Direttore del Centro Interuniversitario per la Storia e l’Archeologia dell’alto Medioevo, creato dai Dipartimenti storici e archeologici delle Università di Padova, Siena e Venezia, con sede al Cassero di Poggio Imperiale (Poggibonsi, Siena).

Per alcuni anni (1988-90) è stato direttore della rivista "Storia e dossier".

I suoi ambiti di ricerca prevalenti sono dedicati alle società tardoantiche e altomedievali (IV-XI secolo) e soprattutto all'Italia longobarda e carolingia. Il forte interesse per lo studio delle istituzioni e per quello delle élites, evidente in tutti i suoi studi, ha prodotto lavori anche sul periodo bassomedievale, con riferimento in particolare al tema "nobiltà e cavalleria" in Italia. In questi ultimi anni ha sviluppato un marcato interesse per la questione dell’etnicità fra tardo antico e alto medioevo e per i riflessi che tale questione ha avuto sul ruolo dell’eredità barbarica nella storia d’Italia, oltre che, in definitiva, sulla formazione della stessa identità nazionale italiana.

Lavori principali:
La questione degli arimanni, "Bullettino dell'Istituto Storico Italiano per il Medio Evo e Archivio Muratoriano", 87 (1978), pp. 121-153.
I duchi longobardi, Studi storici 109, Roma 1978.
La cultura tradizionale dei Longobardi. Struttura tribale e resistenze pagane, Centro Italiano di Studi sull'alto Medioevo 6, Spoleto 1983.
Strutture militari e legami di dipendenza in Italia in età longobarda e carolingia, "Rivista storica italiana", 98 (1986), pp. 664-726.
I milites cittadini. Studi sulla cavalleria in Italia, Nuovi studi storici 19, Roma 1992.
Venezia fra i secoli VIII e IX. Una riflessione sulle fonti, in Studi Veneti offerti a Gaetano Cozzi, a cura di G. Ortalli e G. Scarabello, Venezia 1992, pp. 3-18.
Dagli Orseolo al comune, in Storia di Venezia, I, Origini–Età ducale, Istituto dell'Enciclopedia Italiana, Roma 1992, pp. 791-826.
La frontiera in Italia (sec. V-VIII). Osservazioni su un tema controverso, in Città, castelli, campagne nei territori di frontiera (secoli VI-VII), a cura di Gian Pietro Brogiolo, Mantova 1995, pp. 9-19.
Bisanzio e i Longobardi. I rapporti fra l’impero e una stirpe barbarica al tramonto del sistema tardo-antico, in G. Arnaldi e G. Cavallo (a cura di), Europa medievale e mondo bizantino. Contatti effettivi e possibilità di studi comparati, Nuovi Studi Storici 40, Roma 1997, pp. 43-58.
Venezia fra l’Italia bizantina e il regno italico: la civitas e l’assemblea, in S. Gasparri, G. Levi e P. Moro (a cura di), Venezia. Itinerari per la storia della città, Il Mulino, Bologna 1997, pp. 61-82.
Prima delle nazioni. Popoli, etnie e regni fra antichità e Medioevo, NIS, Roma 1997 (IV edizione 2001).
Les milites dans les villes de la marche de Trévise (XIe-XIIIe siècles), in Les élites urbanes au moyen age, Collection de l’École Française de Rome 238, Rome 1997, pp. 55-69.
Les relations de fildélité dans le royaume d’Italie au IXesiècle, in La royauté et les élites dans l’Europe carolingienne (du debut du IXe aix environs de 920), a cura di R. Le Jan, Lille 1998, pp. 145-157.
Kingship rituals and ideology in Lombard Italy, in Rituals of Power, a cura di F. Theuws e M. De Jong, Leiden-Boston-Köln 2000, pp. 95-114.
Istituzioni e poteri nel territorio friulano in età longobarda e carolingia, in Paolo Diacono e il Friuli altomedievale (secc. VI-X), Atti del XIV Congresso internazionale di studi sull’Alto Medioevo, CISAM, Spoleto 2001, pp. 105-128.
Roma e i Longobardi, in Roma nell’Alto Medioevo, Settimane di studio del CISAM, XLVIII, Spoleto 2001, pp. 219-253.
The aristocracy, in Italy in the Early Middle Ages, a cura di C. La Rocca, Short Oxford History of Italy, Oxford 2002, pp. 59-84.
“Nobiles et credentes omines liberi arimanni”. Linguaggio, memoria sociale e tradizioni longobarde nel regno italico, in "Bullettino dell'Istituto Storico Italiano per il Medio Evo e Archivio Muratoriano", 105 (2003), pp. 25-51.
I Germani immaginari e la realtà del regno. Cinquant’anni di studi sui Longobardi, in I Longobardi dei ducati di Spoleto e Benevento, Atti del XVI Congresso internazionale di studi sull’Alto Medioevo, Spoleto 2003, I, pp. 3-28.
Il regno longobardo in Italia. Struttura e funzionamento di uno stato altomedievale, in Langobardia, in Il regno dei Longobardi in Italia. Archeologia, società e istituzioni, a cura di S. Gasparri, Spoleto 2004, pp. 1-92 (ristampa, con modifiche e integrazioni bibliografiche, di un saggio del 1990).
Il tesoro del re, in Tesori. Forme di accumulazione della ricchezza nell’alto medio evo (secoli V-XI), a cura di S. Gelichi e C. La Rocca, Altomedioevo 3, Roma 2004, pp. 47-67.
Mercanti o possessori? Profilo di un ceto dominante in un’età di transizione, in Carte di famiglia. Strategie, rappresentazione e memoria del gruppo familiare di Totone di Campione (721-877), a cura di S. Gasparri e C. La Rocca, Altomedioevo 5, Roma 2005, pp. 157-177.
I testamenti nell'Italia settentrionale fra VIII e IX secolo, in Sauver son âme et se perpétuer. Transmission du patrimoine et mémoire au haut moyen âge, a cura di F. Bougard, C. La Rocca e R. Le Jan, Collection de l'École française de Rome 351, Roma 2005, pp. 97-113.

(dicembre 2005)

©   2000-2008
Reti Medievali

Ultima modifica: 14/12/05

UP