D Acunto

Home Page

cover sito.jpg (7830 byte)

Reti Medievali E-Book; 4

Papato e monachesimo "esente"

nei secoli centrali del medioevo


a cura di Nicolangelo D'Acunto

Firenze, Reti Medievali - Firenze University Press, 2003 (Già "E-book Reading, 2")
256 p. ; 24 cm.
ISBN 9788884530837
Class. dec. Dewey: 271 Classificazione LC: BX
Keywords: monasteries; exemption; ecclesiastical structures; papacy;

Pdf per Acrobat Reader (download 1367 KB)
Pdf per Acrobat E-book Reader (download 2160 KB)
Lit per Microsoft Reader (download - 397 KB)
Mobi per Kindle (download - 645 KB)
Epub per Iphone e Ipad (download - 807 KB)
Stampa a richiesta (Print on demand), Euro 15 (ordine)


Indice

Nicolangelo D'Acunto, Introduzione

Giancarlo Andenna, I priorati cluniacensi in Italia durante l'età comunale (secoli XI-XIII)

Nicolangelo D'Acunto, I Vallombrosani e l'episcopato nei secoli XII e XIII

Guido Cariboni, Esenzione cistercense e formazione del "Privilegium commune". Osservazioni a partire dai cenobi dell'Italia settentrionale
- Appendice di documenti

Maria Pia Alberzoni, Innocenzo III, il IV concilio lateranense e Vallombrosa
- Appendice di documenti

Guido Cariboni, Il papato di fronte alla crisi istituzionale dell'Ordensverfassung cistercense nei primi decenni del XIII secolo.

Nicolangelo D'Acunto, I documenti per la storia dell'esenzione monastica in area umbro-marchigiana: aspetti istituzionali e osservazioni diplomatistiche



Abstract

[It] Nei secoli XI-XIII la libertà dalle ingerenze delle autorità diocesane consentì ai monasteri che godevano dell'esenzione di interagire con i ceti dominanti locali, così da incidere in misura del tutto peculiare sulle trasformazioni non solo delle strutture ecclesiastiche ma anche degli assetti politici ed economici del territorio. Gli autori analizzano il fenomeno da differenti punti di vista, ma sempre prestando la massima attenzione alle fonti e trattando temi quali gli interventi del papato volti a influire sulla configurazione costituzionale di Ordini e congregazioni, la genesi e le forme dei documenti emanati a tale scopo dalla cancelleria pontificia, le intricate relazioni intercorse tra papato, vescovi e monasteri esenti, nonché i rapporti tra questi ultimi e le società locali.

[En] Between the 9th and 13th centuries freedom from the interference of diocesan authorities permitted such monasteries as benefited from the exemption to interact with the dominant local classes. They were able as a result to influence, to a highly idiosyncratic degree, the transformation not only of the ecclesiastical structures but also of the political and economic structures of the territory. This phenomenon is analysed here from various viewpoints, always paying primary attention to the historical sources. The themes touched on include Papal intervention designed to influence the constitutional configuration of the orders and congregations; the genesis and form of documents emanated for that scope by the pontifical registrar's office; the intricate relationships existing between the papacy, the bishops and the exempted monasteries, as well as relationships existing between the latter and local society.



Curatore

Nicolangelo D'Acunto (Albenga, 1966), è ricercatore di Storia medievale presso l'Università Cattolica di Milano. Si occupa dei rapporti tra istituzioni ecclesiastiche e società nei secoli centrali del Medioevo. Tra le sue pubblicazioni Vescovi e canonici ad Assisi nella prima metà del secolo XIII (Assisi, 1996) e I laici nella Chiesa e nella società secondo Pier Damiani. Ceti dominanti e riforma ecclesiastica nel secolo XI (Roma, 1999). Cura l'edizione bilingue dell'epistolario di Pier Damiani per l'editrice Città Nuova. È redattore di Reti Medievali.



print

 
Sostieni RM

5 per mille a Reti Medievali

È sufficiente firmare nella dichiarazione dei redditi nella casella "Finanziamento della ricerca scientifica e della università" e scrivere il codice fiscale 93147520238

10 euro per Reti Medievali

Chi intende sostenere Reti Medievali può effettuare un bonifico bancario all'"Ass. cult. Reti Medievali", Banco Popolare di Verona e Novara, Piazza Nogara 2, 37121 Verona, IBAN:

IT51 U05188 11701 000000164505, SWIFT code: BAPPIT21001

oppure con carta di credito sul sito sicuro di Paypal:

 
Login