Destefanis Guglielmotti

Home Page

cover sito.jpg (7830 byte)

Reti Medievali E-Book; 23

La diocesi di Bobbio.

Formazione e sviluppi di un’istituzione millenaria


a cura di Eleonora Destefanis e Paola Guglielmotti



Firenze, Reti Medievali - Firenze University Press, 2015
VIII, 540 p. ; 24 cm.

ISBN 978-88-6655-855-2 (print)
ISBN 978-88-6655-856-9 (online PDF)
ISBN 978-88-6655-857-6 (online EPUB)
Class. dec. Dewey: 271.104546 (ed. 21)
Classificazione LC: BX2624.B57
Keywords: Middle Ages; 7th-15th century; Bobbio; Monastery; Diocesis; Bishops; Chapter; Boundaries; Territory; Institutions; Germany; France; Italy; Genoa; Piacenza; Henry II; Conrad II; Empire; Sacrality; Innocent III; Historiography; Communes; Town; Urbanistic; Notaries; Documents; Culture; Liturgy; Inventors; Archives; Topography; Architecture; Cathedral; Castles; Parish churches; Hospitals; Pastoral activity; Pilgrimage

Pdf per Acrobat Reader (Free download - 13 MB)
Volume a stampa, € 22.00 (ordine)
EPUB, € 14,99 (ordine)


Indice

Eleonora Destefanis e Paola Guglielmotti, Genesi e sviluppi di una nuova diocesi: una introduzione allo studio del caso bobbiese

Stefan Weinfurter, Kaiser Heinrich II. und die Bischöfe: Sakralität und Autorität
Florian Mazel, Diocèse et territoire : enjeux historiographiques, questions de méthode et problématique historique dans la recherche française
Emanuele Curzel, Vescovi e diocesi in Italia prima del XII secolo. Sedi, spazi, profili
Sandra Macchiavello, Bobbio e i suoi archivi: una prima ricognizione sulle “carte” del vescovo e del capitolo cattedrale (secoli IX-XIII)
Antonella Rovere, Notariato e documentazione a Bobbio tra episcopio, capitolo e monastero (secoli XI-XIII)
Gianmarco De Angelis, Un diploma imperiale e tre carte vescovili. Le origini e i primi sviluppi dei possedimenti della cattedrale bobbiese: una rilettura
Valeria Polonio, «Bobiensis Ecclesia»: un vescovado peculiare tra XI e XII secolo
Paola Guglielmotti, Bobbio e il suo episcopato tra Genova e Piacenza:un sistema di relazioni nei secoli XII e XIII
Eleonora Destefanis, Il nucleo episcopale e l’abitato di Bobbio in età medievale: dinamiche di un rapporto complesso
Anna Segagni Malacart, La cattedrale di Bobbio nel secolo XI: la struttura architettonica
Leandra Scappaticci, I libri della cattedrale di Bobbio. Studio e ricognizione della biblioteca secolare (con un catalogo in appendice)
Aldo A. Settia, Castelli e signori nella diocesi di Bobbio (secoli X-XIII)
Alfredo Lucioni, Cura animarum e presenze cultuali nell’Appennino piacentino
Marina Gazzini, La rete ospedaliera di Bobbio fra alto e basso medioevo

Maria Pia Alberzoni, Conclusioni: novità e permanenze nei quadri religiosi
Gisella Cantino Wataghin, Conclusioni: diocesi e quadri territoriali

 


Abstract

[It] Il volume, attingendo a tradizioni disciplinari e storiografiche diverse, offre una serie di sintesi e di affondi tematici, funzionali alla contestualizzazione del peculiare caso dell’episcopato di Bobbio, fondato nel 1014 nell’Appennino piacentino quale sviluppo del celebre monastero di San Colombano. La notevole massa documentaria disponibile grazie al recente riordino degli archivi diocesani, che ha consentito di illustrare anche la biblioteca della cattedrale, ha richiesto una presentazione d’insieme e una specifica attenzione per gli atti costitutivi della nuova istituzione. L’approfondimento del contesto storico entro cui si dipana la successiva vicenda diocesana è stato condotto in rapporto con il monastero e con una selezione delle città vicine. All’analisi delle dinamiche insediative del centro bobbiese e degli sviluppi strutturali della chiesa e del complesso episcopale fanno da contrappunto sia approfondimenti mirati all’organizzazione del territorio, colta nelle sue articolazioni civili, religiose, assistenziali, sia trattazioni di componenti culturali e liturgiche che animano questa Chiesa.

[En] By tapping into different disciplines and historiographical traditions, this volume provides a series of syntheses and thorough thematic analyses which enable to contextualize the peculiar case of the bishopric of Bobbio, established in 1014 in the Piacentine Appennine as an offshoot of the well-known monastery of Saint Columbanus. The mass of documentary sources available thanks to the recent reordering of the diocesan achives, which has also allowed to reconstruct the library of the cathedral, has required a general presentation and a specific attention to the foundation acts of the new institution. The detailed study of the historical context within which the subsequent events involving the diocese unraveled has been conducted in relation to the monastery and a selection of nearby cities. In-depth analyses of the territorial organization, from the civil, religious and charitable perspectives, are counterbalanced by analyses of the settlement dynamics of Bobbio and the structural developments of the church and the episcopal complex.

 


Curatori / Editors

[It] Eleonora Destefanis insegna Archeologia tardoantica e medievale presso l’Università del Piemonte Orientale. I suoi principali ambiti di ricerca sono l’archeologia dei monasteri, con speciale attenzione per il cenobio bobbiese, la scultura altomedievale, i pellegrinaggi e l’ospitalità nei primi secoli del medioevo.
[En] Eleonora Destefanis teaches late antique Archaeology at the University of Eastern Piedmont. Her main fields of research are the archaeology of monasteries, and particularly Bobbio, early medieval sculpture, pilgrimages and hospitality during the early centuries of the Middle Ages.

[It] Paola Guglielmotti insegna Storia medievale presso l’Università di Genova. Si è occupata di aristocrazie e monasteri, di comunità rurali e di problemi di organizzazione del territorio (in ambito sia subalpino sia ligure), di patrimoni femminili e di storia della storiografia; di recente si è rivolta allo studio di Genova.
[En] Paola Guglielmotti teaches medieval History at the University of Genoa. Her research has focussed on aristocracy and monasteries, rural communities and problems in territorial organization (both in the Subalpine and Ligurian areas), female patrimonial assets and historiography; she has recently devoted her attention to the study of Genoa.

 


print

 
Sostieni RM

5 per mille a Reti Medievali

È sufficiente firmare nella dichiarazione dei redditi nella casella "Finanziamento della ricerca scientifica e della università" e scrivere il codice fiscale 93147520238

10 euro per Reti Medievali

Chi intende sostenere Reti Medievali può effettuare un bonifico bancario all'"Ass. cult. Reti Medievali", Banco Popolare di Verona e Novara, Piazza Nogara 2, 37121 Verona, IBAN:

IT51 U05188 11701 000000164505, SWIFT code: BAPPIT21001

oppure con carta di credito sul sito sicuro di Paypal:

 
Login